Il Quadrifoglio di dicembre è arrivato!

Finalmente, dopo una lunga attesa, il Quadrifoglio torna a circolare tra i banchi di scuola! Oggi infatti il primo numero dell’anno è stato distribuito tra le classi e, come scritto nella prima pagina del giornale, potrete per la prima volta commentare gli articoli offerti dalla nostra redazione alla fine di questo articolo.
Ora vi lascio all’editoriale di questo numero:

Ed eccoci qua! Siamo tornati di nuovo sul vostro banco!

La gente è cambiata, c’è chi è passato a miglior vita (università :D), chi è arrivato a irrobustire le nostre fila. Un doveroso grazie va a chi negli anni scorsi ha contribuito a migliorare il nostro glorioso giornalino, e soprattutto alla vecchia direttrice, Cecilia; spero solo di essere bravo almeno la metà di quanto è stata lei.

Ma ciancio alle bande, parliamo un po’ di noi. Avete notato qualcosa di differente a scuola? No no, non parlo dei nuovi panini a prezzi ridotti voluti da Pulin, anzi no, dagli animatori, no aspetta che dico, voluti fortemente da mio cugggino. No, non parlo del sapone dei Gormiti apparso al primo piano dell’edificio B. Storia assolutamente vera. Mmm, no, non parlo nemmeno dell’abolizione dell’area fumatori (oh raga, mi rendo conto solo ora che sono successe un bel po’ di cose in questi tre mesi).

Parlo ovviamente della comparsa del registro elettronico, che ha segnato la fine di un’era e l’inizio di una nuova, scandita dal controllo in tempo reale delle nostre assenze, dei nostri voti e del numero di sbadigli a scuola. E’ finita l’epoca in cui ci si poteva giustificare con un “motivi di famiglia” (frase criptica per dire: -“Ma i cavoli tuoi?”) o con “morte del nonno”, “seconda morte del nonno”.

Ora tutti possono sapere se siamo a scuola o meno. Anche il nonno.

Ovviamente non tutti erano preparati a questa grande innovazione, molti sono in difficoltà, professori e rete online del Quadri in primis. Internet per i professori va soltanto quando c’è da fissare le verifiche, avete notato?

A proposito, anche voi quest’anno pensavate di studiare tantissimo? Stile: “quest’anno voglio la media sopra il sette”, e invece ora siete qua che vi guardate attorno in cerca di aiuto per il sei? Benvenuti nel club. Quest’anno sono in quarta. Era l’anno facile dicevano. Dicevano che non era l’inizio del triennio, e che non avevamo gli esami a fine anno. Beh. La prossima volta che qualcuno vi guarderà, e con sorriso bonario vi dirà, “dai, che l’anno prossimo è più facile”, sappiate che sotto sotto sta pensando alle disgrazie che possono ancora accadervi.

Grazie per aver letto, ci sentiamo!

Gerardo Graziano, 4^DSA

Se volete leggere il resto degli articoli li potrete trovare sul Quadrifoglio di questo trimestre.